M-Yachts

EGADI

Le Egadi sone tre isolette, Favignana (la più grande), Levanzo e Marittimo (la più selvaggia), che si trovano di fronte alla parte più ovest della Sicilia.
Un tempo abitate solo dai pescatori di tonni, oggi rappresentano la meta ideale per chi ama la natura e la vita subacquea.
Le Egadi costituiscono una riserva naturale marina, il che significa garanzia di ambiente incontaminato che ovviamente impone anche alcune limitazioni.

Gli specchi di mare sono stati suddivisi in quattro zone: la A, attorno all'isolotto Maraone e a ponente di Marettimo fra Punta Mugnone e Punta Libeccio, dove la navigazione e la sosta dei natanti sono consentite soltanto ai residenti ed è proibita la pesca; la B, in cui navigazione e pesca sono consentite a oltre 500 metri dalla costa, si trova attorno all'isolotto La Formica, a ovest di Levanzo, attorno a Punta Faraglione di Favignana e lungo le coste nord e sud di Marettimo.
La C, dove le limitazioni riguardano solo la pesca con reti a traino e la zona D, libera da ogni vincolo.

Seleziona uno degli itinerari delle Isole Egadi:

 Favignana  Levanzo  Marettimo

FAVIGNANA



Favignana, che deriva il suo nome da quello del vento che spira da sud, il Favonio, è la più attrezzata e la più ricettiva delle tre isole.
Le spiagge, le cale e il mare incontaminato di Favignana sono meta ambita di un turismo interessato, oltre che alle bellezze naturali, alle tradizioni di un vero paese di mare, legato in particolare alla pesca del tonno che ogni anno, da aprile a luglio, dà luogo alla Tonnara (un tempo era una delle più importanti e famose in tutto il Mediterraneo) e alla Mattanza.

Per gli amanti della pesca l'isola offre la possibilità di fare una battuta di pesca turismo, ossia andare per mare con i pescatori del luogo, scoprendo così tradizioni, pratiche e sensazioni ormai perdute altrove.
La zona ventosa si presta bene alla navigazione a vela, ma gli approdi sono scarsi e specialmente nel mese di agosto le barche fanno a gare per accaparrarsi un posto in banchina. A Favignana il porto di Cala Principale può ospitare solo scafi medio-piccoli mentre le unità da diporto lunghe più di 25 metri devono ormeggiare sul lato esterno del molo principale.

Ci si può ormeggiare sul lato Est del molo di San Leonardo, sul lato Sud di piazzale Marina o sul lato esterno del molo a L; c'è anche un pontile galleggiante a T gestito dal C.N. Favignana. C'è carburante e anche la possibilità di fare rifornimento di acqua, anche se è razionata durante tutta la stagione estiva.
Per compiere il giro dell'isola, che si estende su circa 25 chilometri, si può partire dal porto di Cala Principale, dove è possibile visitare lo stabilimento gotico-rinascimentale della tonnara, il palazzo Florio caratteristico per il suo stile liberty; proseguendo in direzione est, dopo un paio di ore, si arriva nella zona archeologica di San Nicola dove si trovano i resti di una necropoli ellenistica.

A Cala Rossa, all'estremità nordorientale, vale la pena esplorare gli incredibili cunicoli delle antiche cave di tufo destinate all'imbarco di materiale prezioso che ha rappresentato, fino a recente passato, l'attività primaria dell'economia favignese assieme alla pesca.
Proprio lo specchio di mare che che si trova a largo di Cala Rossa fu teartro, più di 2000 anni fa, di un'epica battaglia tra Romani e Cartaginesi e i fondali che si estendono fino a Punta Marsala sono ancora oggi ricchi di materiale di grande valore archeologico.

Se si vuole trascorrere una notte in piena tranquillità e sempre se mare e vento lo permettono, ci si può ridossare nella piccola Cala Rotonda, oppure a ridosso dello Scoglio Preveto.

Informazioni utili:
Autorità Marittima: tel. 0923.92273
Acqua e elettricità: Sì, le prese d'acqua e di elettricità si trovano sul pontile del Circolo.
Carburante: Sì, sul lato Nord del molo a L.


 torna al menù degli itinerari

LEVANZO



Levanzo e Favignana sono separate solo da tre miglia di mare.
Levanzo, con un solo nucleo abitato, vanta pitture e graffiti che risalgono a diecimila anni fa e rappresentano una documentazione archeologica di valore inestimabile oltre che uno spettacolo assai suggestivo..
Trovare posto nel porto di Levanzo è alquanto difficile dato che il porticciolo è così piccolo da poter ospitare 5-6 barche e qualche gozzetto da pesca.

Lungo le coste rocciose si aprono numerose grotte: la Grotta Genovese (chiusa da un cancello e per visitarla bisogna farsi accompagnare dal guardiano) che dimostra come le Egadi fossero abitate già prima del loro distacco dalla terraferma visto che sono stati scoperti nel 1949 pitture e graffiti preistorici e la Grotta del Buco, un tempo tana della foca monaca.

Informazioni utili:
Autorità Marittima: tel. 0923.92273
Acqua: No
Elettricità: No
Carburante: No


 torna al menù degli itinerari

MARETTIMO

A circa 10 miglia da Favignana, Marettimo è la più isolata delle isole Egadi.
Ci sono due porti nell'isola: il Porto Vecchio dove il fondale è molto basso (meno di due metri), il Porto Nuovo dispone di alcuni posti barca con corpo morto su un pontile galleggiante, disponibile solo durante la stagione estiva.

Marettimo è esposta, a causa degli alti rilievi dell'isola, a venti spesso impetuosi e a brezze che assumono una intensità inaspettata; bisogna quindi sostare nell'isola solo quando ci sono condizioni metereologiche buone.
Il lato occidentale dell'isola è percorso da grotte (circa 400) dove fino a pochi anni fa vivevano le foche monache, tra cui la Grotta del Cammello, in direzione nord partendo dal porto,che prende il nome da una roccia con la gobba e verso sud a Punta Martino si trova la Grotta Sommersa che si trova sommersa su un fondale di circa 30 metri.

All'interno l'isola si caretterizza per il suo meraviglioso patrimonio boschivo recuperato grazie all'intervento della Forestale. Nella parte nord vi sono due itinerari da seguire: quello in direzione nord-ovest che conduce alle case romane come testiomonianza dell' epoca imperiale a circa 300 metri dal livello del mare.
L'altro sentiero, partendo dal paese, sempre in direzione nord, raggiunge le spiagge di Libano e Scalo Maestro e Punta Troia dove si trovano le rovine di un castello spagnolo sorto sull'ossatura di una torre di avvistamento arabo- normanna.

Informazioni utili:
Autorità Marittima: tel. 0923.92273
Acqua. Sì
Elettricità: Sì
Carburante No


 torna al menù degli itinerari

 

M-YACHTS - Yacht Charter
Marina Cala Galera, 36
58018 Porto Ercole (Gr) - Italy
Tel. (+39) 0564 834232 - Fax (+39) 0564 837575

facebook

Links: This site is registered with Yachts.com and Yacht Charters.com | OK Viaggi>>> Turismo, vacanze, hotel, voli
Partita iva: 02434800732